Stampa Pagina

Marcello Guarducci

Marcello Guarducci nasce a Trento l'11 luglio 1956

Fu probabilmente il primo atleta italiano a conquistare una certa popolarità grazie al nuoto. Prima di lui si conoscevano Paolo Pucci, esperto nelle brevi distanze, Angelo Romani, abile nei 400 e negli 800 sl e Carlo Pedersoli, primo connazionale a nuotare i 100 sl sotto il minuto, che prenderà il nome d'arte di Bud Spencer. Dopo di questi si ricorda la tragedia di Brema, negli anni Sessanta, quando in un incidente aereo erano deceduti i componenti della nazionale.
Nativo di Trento, si trasferisce a Roma, per poter esercitare la sua attività sportiva grazie al Gruppo Sportivo Carabinieri. Qualche mese prima di arruolarsi aveva già fissato il nuovo record italiano (il primo di una lunga serie). Nel 1976, alle Olimpiadi di Montreal, conquista le finali dei 100 sl e delle staffette 4×100 mista e 4×200 sl, nella gara individuale entra con il secondo tempo (51"35, a 3 centesimi dal record europeo) finendo per classificarsi quinto (con il tempo di 51.70) nella gara vinta da Jim Montgomery con il record del mondo di 49.99.

Quella che doveva essere la grande occasione di Guarducci, Mosca 1980, viene invece vanificata dal boicottaggio: furono esclusi tutti gli atleti facenti parte di organi militari. Si ripresenterà a Los Angeles 1984, per un totale di tre partecipazioni olimpiche.

Gareggia per il Centro Sportivo dei Carabinieri dal 1975 al 1983, fa la sua ultima apparizione in nazionale nel 1987 in Coppa Europa. Si ritira definitivamente nel 1988 e l'anno successivo diviene tecnico. È stato per diverso tempo atleta master, partecipando anche ai campionati del mondo. Oggi è a capo di una scuola di nuoto a Roma, dove vive con la moglie Raffaella ed il figlio Francesco.

Il 25 giugno 2010 si laurea nuovamente campione italiano master 50 nei 100 s.l.

Permalink link a questo articolo: http://cosernuoto.it/marcello-guarducci/