Stampa Pagina

Maurizio Felugo

Ha iniziato a giocare a pallanuoto nel 1988 all'età di 7 anni nella Chiavari Nuoto sotto la guida di Gianni Vassallo e, passato in prima squadra, nel 1998 viene ceduto alla Rari Nantes Savona in Serie A accettando la proposta di Claudio Mistrangelo. Durante la permanenza nella squadra ligure Felugo trova la gioia della prima convocazione nella nazionale maggiore nel 2001. Dopo cinque stagioni passa al Posillipo di Napoli. Qui nel suo primo anno di permanenza conquista il suo primo titolo italiano, vincendo lo scudetto. L'anno successivo, sempre con il Posillipo, vince l'Eurolega alla sua prima esperienza internazionale. Nel 2006 vince il suo secondo trofeo internazionale: la Supercoppa Europea.

Nel 2006 passa dal Posillipo alla Pro Recco.

Il 31 ottobre 2010 insieme ai compagni della Pro Recco disputa una partita di beneficenza per l'Africa a Bergamo contro la squadra Pallanuoto Bergamo, negli intervalli entreranno a palleggiare anche i giovani campioncini U 13 e U 15 del Bergamo.
In 8 anni a Recco ha vinto 9 campionati, 8 Coppe Italia, 5 Coppe dei Campioni, 3 Supercoppe e 1 Lega Adriatica.
Alla fine della stagione 2014-15 si ritira dalla pallanuoto giocata, andando ad occupare il ruolo di direttore generale della Pro Recco.

Nazionale

Con la Nazionale italiana ha partecipato a 6 campionati del mondo, 3 olimpiadi e 5 europei. Ha vinto un argento agli Europei di Budapest 2001 e un altro argento ai Mondiali di Barcellona 2003. Ha ottenuto anche un secondo posto agli Europei di Zagabria 2010.
Maurizio Felugo ha messo a segno il gol del decisivo 8-7 nella finale dei Mondiali di Shanghai 2011 che è valsa l'oro alla nazionale italiana contro la Serbia.
Alle Olimpiadi di Londra 2012 ha segnato 12 reti, chiudendo il torneo da capocannoniere dell'Italia. Nella finale persa contro la Croazia Felugo ha realizzato 3 reti.

Nasce a Rapallo il 4 marzo 1981, è cresciuto a Chiavari dove ha frequentato il liceo scientifico.
Il 9 settembre 2012 sposa Sara, figlia di Gualtiero Servente (ex designatore degli arbitri di Chiavari) nella Chiesa di San Pietro di Rovereto a Zoagli. Tra i 200 invitati erano presenti anche Angiolino Barreca (amministratore delegato della pro Recco), Simone Volpi (figlio di Gabriele, ex patron biancoceleste), Eraldo Pizzo (ex pallanuotista e suo scopritore ai tempi di Chiavari), Riccardo Tempestini (nuovo allenatore dei recchesi), passando per tutti i suoi compagni di squadra in nazionale.
Per l'occasione gli sposi hanno raccolto fondi da devolvere, tramite la loro associazione Tene Ti Ala, per la costruzione di un ospedale pediatrico.

Permalink link a questo articolo: http://cosernuoto.it/maurizio-felugo/